Interni in stile retrò

Sempre più spesso si arriva a soluzioni architettoniche straordinarie. I soppalchi ingegnosi, gli spazi aperti e le installazioni audaci sono molto popolari. Inoltre, non abbiamo paura di sperimentare con l’interior design, motivo per cui siamo felici di tornare alla moda degli anni ’50, ’60 e ’70. e anni ’70, disegnando gli interni sul cosiddetto retrò. Suggeriamo come domare questa tendenza in modo che sia di buon gusto e non kitsch.

Sommario:

Cos’è esattamente lo stile retrò?

Partiamo da cos’è lo stile retrò e come si manifesta, perché non è così scontato. Molti dilettanti di interior design lo confondono spesso con lo stile francese e provenzale. C’è anche chi definisce le camere mansardate in questo modo, e questo è un errore. Allora da cosa è caratterizzato lo stile retrò e come riconoscerlo?

Non molto tempo fa non c’era un facile accesso a mobili, design creativo, elettrodomestici e accessori alla moda. Mancavano tessuti, piante esotiche, opere d’arte. Tuttavia, ha i suoi vantaggi. Quello che andava al mercato, e poi alle nostre case/appartamenti, doveva distinguersi in termini di qualità. L’arredamento era premuroso, confortevole e solido. Gli elettrodomestici non si sono rotti subito dopo la scadenza della garanzia. Gli elementi del design degli interni sono stati realizzati da veri professionisti e sono stati caratterizzati da una straordinaria maestria. Erano semplici nella forma, minimalisti. Tuttavia, spesso hanno sorpreso, ad esempio, con il colore o la trama. Ecco perché gli interni retrò sono caratterizzati da semplicità, comfort, usabilità e funzionalità. Sono gioiosi e comodi da usare. Lo stile retrò ama completarsi con la modernità – non c’è da stupirsi. Le tendenze attuali dimostrano che ci piace mescolare soluzioni diverse e lo facciamo sempre più audacemente.

Non aver paura dei colori

Lo stile retrò non è certamente eterogeneo. Gli interni sono piuttosto monotoni, ma… Gli accenti di colore sono molto richiesti. Un interessante coprivaso, un vaso accattivante dalla forma insolita, cuscini con un motivo grafico: tutto ciò completa lo stile e rende l’interno non monotono e noioso.

L’unica cosa che dovrebbe essere evitata è la duplicazione delle aggiunte di colore. Non andiamo verso tende, cuscini, vasi di fiori e un tappeto color cobalto in una stanza. Concentriamoci sulla diversità. Se decidi per un vaso blu cobalto, aggiungi dei cuscini a righe bianche e nere. Dipingiamo una vecchia lampada da tavolo con smalto verde e mettiamo accanto una pianta interessante. Appendi un grande poster direttamente da una sitcom americana con una grafica audace sul muro e il gioco è fatto. Tali accessori creano uno stile retrò.

Finestra dei ricordi

Lo stile retrò è una sorta di riferimento alle vecchie tendenze. Spesso in questo tipo di interni è possibile osservare un ritorno ai pensili, adattati e leggermente modernizzati. Questo è il “ritorno” dei mobili in compensato. All’interno sono desiderabili credenze, cassettiere, segretarie, nonché sedie e poltrone del “tempo di Gierek”. Le finestre scoperte si adattano bene a questo stile: di che tipo? Non importa molto. Possono essere bianchi, legnosi, chiari o scuri. Ognuno degli MS offre più di quanto WINDOWS si adatterà a questo stile. È importante solo che la finestra non sia decorata in modo troppo “eterogeneo”. Sul davanzale bastano un fiore e un vaso. Vale la pena scommettere su davanzali in pietra, ad esempio con terrazzo. Quindi non è necessario stilizzare una finestra del genere. Il minimalismo si difenderà.

1. Trova lo showroom più vicino

La catena di rivenditori autorizzati MS è pronta a servire i clienti.

2. Contatta la fabbrica MS (telefono / e-mail)

I nostri specialisti risponderanno alle vostre domande, prepareranno un'offerta e consentiranno di prenotare finestre per una data specifica.

3. Valutazione in linea di finestre MS

Una semplice applicazione che ti permetterà di conoscere tu stesso i prezzi di MS Windows