Ferramenta per finestre in legno

La ferramenta per finestre in legno e legno-alluminio è uno degli elementi più importanti. Permettono di inclinare, aprire e chiudere le ante. Ie ferramenta Siegenia TITAN AF sono utilizzati nella produzione di MS Finestre e Porte. Forniscono ai serramenti funzionalità e un aspetto attraente.

Ferramenta per finestre in legno – estetica

I componenti Siegenia TITAN AF si trovano nelle finestre di tutte le linee di prodotti disponibili nella gamma MS Finestre e Porte. Grazie a questi elementi, la lavorazione del legno non è solo comoda da usare, ma ha anche un bell’aspetto. Responsabile dell’aspetto dei serramenti sono tra gli altri cerniere. Si tratta di ferramenta per finestre in legno e legno-alluminio, disponibili in più versioni.

Lato visibile della cerniera

Grazie alle cerniere puoi inclinare, aprire e chiudere la finestra. Questi elementi influenzano anche i parametri della lavorazione del legno: rigidità e tenuta. Le cerniere standard non sporgono oltre il bordo dell’anta, cio è visibile nelle foto sottostanti.

Cerniera superiore per finestre in legno.
Cerniera inferiore per finestre in legno.

La capacità di carico delle cerniere del sistema Siegenia TITAN AF è di 130 kg. La gamma di colori standard comprende le seguenti varianti di copricerniere: bianco, argento (F1), titanio (F9), marrone, nero, bronzo (F4) e ottone (F5).

Coperture per cerniere utilizzate nelle finestre in legno.

Cerniere per ante pesanti – TITAN heavy duty

Le cerniere TITAN heavy è una combinazione di tre aspetti essenziali: elevata capacità di carico, elevata sicurezza e un design accattivante.

Caratteristiche delle cerniere TITAN heavy duty:

  • il materiale di fabbricazione è una combinazione innovativa di acciaio con pressofusione, che garantisce un’eccezionale resistenza all’usura;
  • la presenza di un meccanismo che rallenta la chiusura/apertura dell’anta, che influisce positivamente sulla sicurezza e sul comfort di utilizzo della struttura;
  • cuscinetti che assicurano un funzionamento leggero delle ante molto pesanti;
  • aumento della pressione dell’anta, che consente di eliminare i ponti termici;
  • il peso dell’anta/ribalta è di 200 kg;
  • il peso dell’anta con apertura solo a libro è 300 kg.
Cerniera superiore TITAN heavy duty.
Cerniera inferiore TITAN heavy duty.

Cerniere a scomparsa

Le soluzioni tecnologiche disponibili prevedono la possibilità di utilizzare cerniere a scomparsa con capacità di carico di 150 kg. L’utilizzo di questi componenti aumenta il valore estetico dei serramenti ed evita il problema di abbinare il colore delle copicerniere con rivestimento del’infisso e con la maniglia. È importante sottolineare che le cerniere a scomparsa rendono più facile mantenere pulita la struttura. Per rimuovere eventuali detriti dalle cerniere tradizionali ci vuole più tempo.

Le cerniere a scomparsa per finestre in legno migliorano l'estetica della struttura.

Gli elementi della ferramenta sono nascosti nello spazio tra l’anta e il telaio della finestra. Di conseguenza, non puoi vederli quando chiudi la finestra. Vale sottolineare che questi elementi hanno un effetto positivo sulla tenuta delle finestre. Inoltre, aumentano la resistenza della struttura all’effrazione, oltre a migliorare la protezione dai rumori esterni.

Ie cerniere a scomparsa per finestre in legno si trovano nello spazio tra l'anta e il telaio.

Questi componenti possono essere utilizzati in tutte le finestre e portefinestre. Consentono la realizzazione di una finestra a 3 ante con due montanti mobili. Grazie a questo, la struttura è completamente simmetrica e ogni vetro ha la stessa superficie.

Ie cerniere a scomparsa per finestre in legno migliorano l'aspetto visivo dei serramenti.

Serrature DSG per montanti mobili

L’uso di montanti mobili al posto di quelli fissi aumenta il rapporto tra l’area del vetro e l’area della finestra quando la struttura è chiusa. Inoltre, a causa della mancanza di un montante fisso, si ottiene una maggiore larghezza alla luce del telaio (visibile dopo l’apertura della finestra). L’apertura della struttura con montante mobile è comoda grazie ad un’apposita leva di cui sono dotati le seerature DSG. I ganci integrati con la serratura hanno un incontro speciale. In caso di tentativo di effrazione impedisce il movimento dei rulli dei funghetti.

La serratura del montante mobile è utilizzata come elemento di ferramenta per finestre in legno.

Oltre alla leva della serratura di standard, è disponibile anche un’opzione con una asta a leva estesa. Questa soluzione elegante e funzionale garantisce una facile movimentazione di ante di grandi dimensioni. A causa dell’elevato numero dei incontri, garantisce un alto grado di antieffrazione del serramento.

Cremonese a montante mobile con la leva.

Maniglia centrale

Un modo per ottenere un aspetto armonioso del serramento è una maniglia centrale. Questo elemento è montato sull’asse di simmetria del montante mobile, tra l’anta attiva e passiva. Questa soluzione è dedicata ai clienti che apprezzano la regolarità e la simmetria. L’utilizzo della maniglia centrale garantisce la disposizione ottica della maniglia nell’asse di simmetria della finestra.

Maniglia centrale su finestre in legno.

Sicurezza dell’utente e facilità d’uso

La ferramenta per finestre in legno e legno-alluminio ha un enorme impatto non solo sull’aspetto dei serramenti, ma soprattutto sul comfort di utilizzo e sulla sicurezza dell’utente. La funzionalità della struttura è influenzata, tra gli altri, da uno strallo, così come un angolo con alzata avvolgibilez della anta.

Blocco del falsa manovra della maniglia

Se non ci sono controindicazioni tecnologiche, questo elemento è incluso di serie in ogni anta. Grazie ad esso, la maniglia può essere ruotata solo quando l’anta è nel telaio. In caso di finestra aperta o inclinata non è possibile ruotare la maniglia. Questa soluzione è studiata per proteggere l’utente dallo schiacciamento dovuto al distacco accidentale dell’anta.

Blocco dell'uso improprio delle maniglie delle finestre in legno.

Sollevatore anta a rullo (Inliner)

Componente integrato con l’angolo inferiore. Consente un agevole inserimento dell’anta nel telaio per tutta la vita della struttura. Grazie alla posizione nella parte inferiore dell’anta, l’ascensore può anche essere inclinato. È importante sottolineare che questo elemento può essere utilizzato in finestre trapezoidali e ad arco, nonché in ante attive e passive (nel caso di finestre a doppia anta).

Hitch che collabora con l'angolo.

Ausilio alla chiusura e protezione antischiacciamento

Il soggiorno standard del sistema Siegenia TITAN AF si distingue, tra gli altri, per un’ampia gamma di supporti per la chiusura dell’anta. Per questo motivo, chiudere le ante con una larghezza molto ampia non richiede molto sforzo. Un importante vantaggio dell’elemento è anche la protezione integrata, grazie alla quale l’anta inclinata non si chiude a causa di un tiraggio.

Fermo comfort opzionale per ante pesanti

In caso di ante a ribalta e anta pesanti, vale la pena scegliere un soggiorno speciale. Migliora il comfort di utilizzo della finestra. Di conseguenza è necessario utilizzare meno forza per chiudere efficacemente l’anta inclinata. Inoltre, fornisce una posizione stabile con le ali aperte e inclinate.

Soggiorno comfort utilizzato nel caso di foglie in legno pesanti.

Chiusura del balcone opzionale

Elemento che protegge la porta del balcone in caso di violente raffiche di vento. Mantiene la posizione chiusa della struttura. Grazie ad esso l’utente può uscire sul balcone e non preoccuparsi della porta. Un’animazione spiega come funziona il componente.

Chiavistello da balcone per finestre in legno.

Freno d’anta

Un componente di ferramenta controllato da una maniglia. Con il suo aiuto, la posizione dell’anta aperta viene determinata e assicurata contro la chiusura o l’apertura involontaria. L’esatta possibilità della sua applicazione dipende dal profilo della finestra utilizzato: viene installato nelle ante delle finestre quando la dimensione dell’anta è di almeno 810 mm (valore approssimativo, a seconda del profilo della finestra).

Freno dell'anta applicato con una maniglia.

TBT (Tilt Before Turn) – inclinazione prima dell’apertura

Una soluzione che permette di inclinare la finestra prima di aprirla. La ferramenta TITAN AF TBT per finestre in legno in combinazione con una maniglia speciale (es. Hoppe) consente un facile ribaltamento dell’anta (ventilazione ambiente). La finestra può essere aperta solo dopo essere stata sbloccata con la chiave. Questa soluzione funziona, tra le altre in luoghi dove ci sono bambini. Grazie a TBT, la finestra non può essere aperta senza la conoscenza e il consenso del tutore.

Il sistema TBT viene utilizzato nelle abitazioni private e negli appartamenti, nonché negli edifici di pubblica utilità. Nel caso di tali istituzioni (ad esempio scuole o ospedali), è importante non solo proteggersi dai ladri, ma anche impedire che la finestra venga aperta da persone o bambini non autorizzati.

Come funziona la maniglia TBT.

Le maniglie per finestre Hoppe con funzione TBT sono disponibili in due versioni: TBT1 e Secu TBT®.

La maniglia per finestre Hoppe con TBT.

Caratteristiche delle maniglie TBT1:

  • avere una perdita tra la posizione chiusa e l’anta inclinata;
  • consentono di aerare l’interno senza la necessità di sbloccare il cilindro di chiusura;
  • per ruotare la maniglia dalla posizione ribaltata alla posizione aperta (da 90 ° a 180 °) è necessario sbloccare il cilindro.

Caratteristiche delle maniglie SecuTBT®:

  • miglioramento della tecnologia TBT tradizionale;
  • garantisce una sicurezza ancora maggiore – la maniglia può essere bloccata in posizione di chiusura con l’uso di una chiave (in questo modo la falegnameria ottiene un’ulteriore protezione contro i furti);
  • inclinare il finestrino richiede lo sblocco della maniglia con la chiave;
  • la maniglia ruotata in posizione di inclinazione rimane automaticamente bloccata in questo punto – non è necessario utilizzare una chiave;
  • la rotazione della maniglia dalla posizione di ribaltamento alla posizione di chiusura non richiede lo sbloccaggio con la chiave;
  • assicurare la struttura contro la variazione della posizione della maniglia in posizione aperta comporta la necessità di ruotare contemporaneamente la maniglia e la chiave.

Opzioni di ventilazione

Una delle funzioni importanti della lavorazione del legno è la possibilità di arieggiare gli ambienti. I raccordi Siegenia TITAN AF per finestre in legno consentono alle strutture della gamma MS Windows and Doors di far entrare l’aria in modo ritagliato sulle esigenze dell’utilizzatore.

Microventilazione (apertura in un angolo)

Un meccanismo pratico e semplice che consente una leggera perdita. Si ottengono ruotando la maniglia di 45 ° verso l’alto dalla posizione “aperto”.

Microventilazione: apertura nell'angolo.

Microventilazione estiva ed invernale

Un componente che consente di modificare il grado di inclinazione dell’anta. Grazie ad esso, la quantità di aria che entra nella stanza attraverso le finestre può essere adattata alle condizioni meteorologiche. Il design ingegnoso dell’elemento consente di regolare il grado di inclinazione in base alla stagione senza l’uso di alcun attrezzo.

Inclinazione multistadio

Questa soluzione si basa sull’utilizzo di un gancio speciale che funziona con un angolo superiore adattato. Grazie a questi elementi è possibile regolare il grado di ventilazione in base alle attuali esigenze dell’utente.

Un'inclinazione multistadio utilizzata nelle finestre in legno.

Aeromat MINI

Aeromat MINI è un ventilatore con presa d’aria esterna, che è montato nella parte superiore della finestra.

Presa d'aria Aeromat MINI.
Il modo in cui funziona la presa d'aria dell'Aeromat MINI.

La ventilazione è l’equalizzazione della differenza di pressione tra l’aria esterna e l’aria di riempimento all’interno. La fornitura d’aria può essere regolata in due modi: manualmente o utilizzando il blocco rotante opzionale. Di regola, l’aria scorre dall’esterno verso l’interno.

Funzionamento della presa d'aria Aeromat MINI.
Il ventilatore Aeromat MINI è installato.

È importante sottolineare che, in caso di vento ad alta pressione, il limitatore del flusso d’aria autoregolante limita il flusso d’aria eccessivo all’interno e riduce le correnti d’aria.

Funzionamento del limitatore di flusso d'aria.

Sicurezza antifurto e controllo accessi

La sicurezza della struttura contro l’effrazione è tra gli aspetti più importanti influenzati dagli allestimenti per serramenti in legno e legno-alluminio.

Pacchetti di sicurezza antifurto

La lavorazione del legno contemporanea non solo protegge l’interno dalla dispersione di calore e fornisce la giusta quantità di luce, ma protegge anche la stanza dai ladri. I pacchetti di sicurezza sono responsabili della protezione contro le intrusioni in casa, la cui classe di resistenza all’effrazione è definita RC1 o RC2.

Costruzione del pacchetto RC1.
Costruzione del pacchetto RC2.

Bulloni antieffrazione KoPiBo

Componenti in ogni punto di chiusura della ferramenta per buste Siegenia TITAN AF. Corrispondono esattamente ai ganci con cui collaborano. Sono caratterizzati da durevolezza e regolazione automatica dell’altezza che assicurano una cooperazione fluida con gli elementi montati sul braccio. Una collaborazione accurata avviene anche quando le dimensioni della finestra sono soggette a lievi variazioni dovute all’aumento della temperatura.

Catenaccio antieffrazione KoPiBo mobile e rotante.

Chiusura antifurto

I fermi antifurto rinforzati sono avvitati al telaio della struttura. Collaborano con i suddetti bulloni KoPiBo.

Chiusura antieffrazione - uno degli elementi negli accessori per finestre in legno.

TITAN sfiato sicuro

Una soluzione che richiede l’utilizzo di catture adeguate. Grazie ad essa è possibile ottenere una piccola inclinazione (10 mm), e allo stesso tempo mantenere la resistenza all’effrazione della struttura (classe RC1 o RC2). Un aspetto importante è la possibilità di ventilare l’interno anche in caso di forti piogge o quando nessuno degli inquilini è in casa. Il funzionamento di TITAN vent secure è mostrato nel video.

Blocco apertura finestra (“serratura del bidello”)

Componente che fornisce protezione contro aperture non autorizzate e maggiore sicurezza. Dopo il montaggio e il bloccaggio con una chiave, consente solo di inclinare la finestra. Questa soluzione è molto spesso utilizzata nelle stanze dei bambini, nelle scuole, negli uffici e nei luoghi pubblici. Varianti di colore disponibili: bianco, marrone e argento. L’elemento è disponibile anche in una versione nascosta.

Chiusura della finestra bianca.
Serratura per finestre marrone.
Serratura per finestre in argento.

Bloccaggio ad ingranaggi con inserto in vernice

L’aumento della sicurezza delle portefinestre può essere ottenuto con l’utilizzo di serrature a spagnoletta con PZ, ovvero un inserto brevettato. Per renderlo tecnologicamente possibile, il telaio dell’anta dovrebbe essere allargato.

Una spagnoletta con inserto in vernice.

Aerocontrol – interruttore reed

L’interruttore a lamella è un’aggiunta alla protezione meccanica di finestre e portefinestre. Fornisce protezione elettronica della struttura contro i furti con scasso. Questo elemento funge da trasmettitore di segnale all’interno del sistema di allarme antifurto. È disponibile in diverse versioni. Ad esempio, può svolgere attività aggiuntive, come controllare l’aria condizionata e il riscaldamento durante la ventilazione della stanza.

Interruttore reed - protezione elettronica delle finestre in legno.

Aerocontrol è un interruttore magnetico che viene utilizzato insieme a un magnete. Il campo magnetico mantiene chiusi o aperti i contatti dell’interruttore reed. Il tipo di contatto dipende dalla versione dell’interruttore utilizzata. Cambiando la posizione del campo magnetico (risultante dallo spostamento fisico del magnete) cambia il contatto nell’interruttore reed. I cavi a quattro o sei conduttori (a seconda della versione) sono responsabili del collegamento dell’interruttore con il ricevitore.

Funzionamento dell'interruttore a lamella.
Come funziona l'interruttore reed.

Esempi di interruttori reed sono presentati nel grafico sottostante.

Esempi di interruttori reed.

Ferramenta per finestre in legno e pacchetti di sicurezza

La ferramenta per finestre in legno e legno-alluminio può aumentare significativamente la sicurezza della struttura e, quindi, proteggere l’interno dalla penetrazione del ladro. Nelle strutture dell’offerta MS Windows e Porte possono essere utilizzati speciali pacchetti di sicurezza, la cui classe di resistenza all’effrazione è contrassegnata con i simboli RC1 o RC2.

Costruzione del pacchetto RC1

Le finestre in legno della gamma MS Windows and Doors possono essere dotate del pacchetto di sicurezza RC1 esteso opzionale. Include quanto segue:

  1. Quattro fermi antifurto – cooperano con bulloni a fungo temprati, che si trovano nei componenti che formano i raccordi perimetrali delle ali. Due ganci sono fissati al membro del telaio inferiore. In questo modo (quando si sceglie la classe RC1) tutte le ante e le ante a ribalta (UR) nei montanti mobili sono fissate.
  2. Una maniglia con blocco della rotazione, inoltre fissata con una chiave – questo elemento impedisce l’apertura della finestra tentando di muovere con forza il catenaccio afferrato dall’esterno. Inoltre impedisce l’ingresso ruotando o rompendo la maniglia raggiungendola dopo aver praticato un foro nell’inserto in vetro.
  3. Piastra antitrapano – un componente attaccato alla cassetta della spagnoletta. Copre il perno della maniglia dall’esterno. In questo modo si protegge la stanza dalle intrusioni con uno strumento di piccole dimensioni che permetterebbe di esporre la spagnoletta per poi aprire la finestra.
Meccanismo Secustik nella maniglia per finestra Hoppe.

Pacchetto RC1: quando vale la pena utilizzarlo?

L’uso del pacchetto RC1 si rivelerà utile quando l’ubicazione della falegnameria è favorevole per un potenziale ladro. Secondo lo standard PN-EN 1627, questa persona è definita come una persona accidentale che tenta di entrare in casa a tempo indefinito. Durante le sue attività utilizza strumenti semplici e forza fisica. È importante sottolineare che non sa come proteggere una determinata finestra o cosa potrebbe esserci nella stanza. Nella situazione descritta, gli elementi del pacchetto RC1 svolgono le seguenti funzioni:

  1. Fermi antifurto – rendono difficile spingere fuori l’ala calciando o attaccando con il corpo;
  2. Una maniglia con meccanismo Secustik e sicurezza aggiuntiva sotto forma di chiave – non consente il rilascio forzato dell’hardware;
  3. Piastra antitrapano – protegge il meccanismo di trasmissione quando si tenta di esporlo, incl. usando un trapano.

Costruzione del pacchetto RC2

La seconda soluzione, disponibile nell’offerta di MS Windows e Doors, è il pacchetto di sicurezza RC2. Consiste dei seguenti elementi:

  1. Fermi antifurto – cooperano con bulloni a fungo temprati, situati nei componenti della ferramenta dell’anta. In questo modo (nel livello di sicurezza RC2) tutte le ante e le ante a ribalta (UR) nei montanti mobili sono fissate.
  2. Maniglia certificata e sicura con chiave – resistente a una coppia di 100 Nm. Il meccanismo in esso utilizzato non consente l’apertura della finestra forzando lo spostamento del catenaccio, impugnato dall’esterno (con l’utilizzo di attrezzi previsti per la classe RC2).
  3. Piastra antitrapano – un componente situato sulla cassetta della spagnoletta. Il suo compito è coprire il mandrino della maniglia dall’esterno. Per il fatto che non permette di esporre la spagnoletta e di aprire la finestra, protegge la stanza da un potenziale scassinatore.
  4. Opzionale – Vetri di classe P4A la cui parte esterna è vetro stratificato . Consiste di due lastre di vetro e quattro strati di pellicola PVB.
  5. Opzionale – inserto per vetri incollato su colla . Questa è una protezione aggiuntiva contro la sporgenza del vetro, che irrigidisce la struttura della finestra.

La disposizione dei fermi antifurto (in rosso) è presentata nel grafico sottostante.

Predisposizione dei fermi antifurto nella confezione RC1 e RC2.

Pacchetto RC2: quando vale la pena utilizzarlo?

Vale la pena scegliere il pacchetto RC2 in una situazione in cui la posizione della struttura della finestra può favorire l’ingresso di un potenziale scassinatore con l’utilizzo di appositi strumenti. Ad esempio, gli edifici situati lontano da altre famiglie hanno maggiori probabilità di essere violati. Le condizioni che facilitano le azioni del criminale includono l’ubicazione della falegnameria al piano terra, di fronte al giardino circondato da un’alta recinzione. C’è anche un maggior rischio di furto con scasso nel caso di finestre coperte da un fabbricato agricolo o da vegetazione. La descrizione dello scassinatore è simile per entrambe le classi di resistenza all’effrazione presentate. Questa persona è casuale e non conosce i metodi per proteggere la struttura o cosa c’è dentro. La differenza tra i pacchetti RC1 e RC2 è che nella classe RC2 la definizione dell’autore del ladro tiene conto dell’utilizzo di strumenti (es. Un cacciavite) per non più di 3 minuti.

Principali differenze tra i pacchetti sicurezza

La definizione di scassinatore nella classe RC2 prevede l’utilizzo di strumenti. Pertanto, questa persona può gravare maggiormente sugli elementi in legno. Per questo motivo, il pacchetto RC2 utilizza un numero maggiore di fermi antifurto, che rendono difficile il bilanciamento dell’anta. Il rinforzo chiuso, invece, è responsabile del fissaggio stabile degli elementi che ancorano il telaio alla fuga. L’impugnatura nel pacchetto RC2, a differenza del pacchetto RC1, è resistente alla forza di una coppia di 100 Nm. Inoltre, nel pacchetto RC2, è possibile utilizzare opzionalmente un’unità di vetratura P4A incollata. Gli strumenti utilizzati quando si cerca di entrare in un edificio possono esercitare una forza maggiore sul vetro rispetto a quando si utilizza solo la forza fisica. L’uso di uno strumento piatto su una piccola area sollecita il vetro e rompe il vetro. Il ladro può tentare di entrare nella stanza attraverso la guarnizione del battente esterno fino al bordo del vetro usando un cacciavite. Un tale strumento consente di rompere gradualmente il vetro e raggiungere i fermavetri. Di conseguenza, l’unità di verniciatura può essere spinta fuori dall’anta.

Caratteristiche dell’inserto dell’albero P4A

Per evitare che l’inserto venga spinto fuori dall’anta, nella falegnameria dotata del pacchetto RC2, è possibile utilizzare l’opzione incollata Vetri di classe P4A . Il pannello esterno di un tale inserto è un pannello laminato. Consiste di due lastre di vetro, ognuna delle quali ha uno spessore di 4 mm. Tra di loro ci sono quattro strati di pellicola in PVC con uno spessore totale di 1,52 mm. Un tale pacchetto rende molto difficile realizzare un’apertura che renderebbe più facile l’ingresso di un potenziale ladro. L’utilizzo di speciali collanti tra l’inserto e l’anta impedisce la fuoriuscita del vetro.

1. Trova lo showroom più vicino

La catena di rivenditori autorizzati MS è pronta a servire i clienti.

2. Contatta la fabbrica MS (telefono / e-mail)

I nostri specialisti risponderanno alle vostre domande, prepareranno un'offerta e consentiranno di prenotare finestre per una data specifica.

3. Valutazione in linea di finestre MS

Una semplice applicazione che ti permetterà di conoscere tu stesso i prezzi di MS Windows